domenica 6 novembre 2016

Tre copertine ...un plaid... un gilet...e.....

 Questo post è un po' il continuo di quello precedente !!! Ho terminato  le tre copertine che stavo facendo e che come avevo anticipato forse avrei pubblicato . Quando ho aperto questo blog lo scopo era proprio quello di fare una sorta di diario dei lavori,  piccoli lavori che eseguo così come passatempo, per ricordarmi e chissà, forse possono anche essere di spunto a qualcuno che passa di qui.... 
Lo schema l'ho preso dal web e così, riga dopo riga, pensiero  dopo pensiero, senza problemi di aumenti, di diminuzioni o di  misure ...si  porta  a termine .. E poi... qualche bimbo o qualche bimba sempre nascerà a cui regalarla ...Questa,  in particolare, è da tempo che avevo in mente di realizzarla ...come se mi ricorda un passato ...come se già l'ho avuta ..... 
Una, rosa salmone per bimba; un'altra, celeste cielo per bimbo.... 
e un'altra tutta colorata,  che avevo salvata nel mio pinterest uncinetto...e solo dopo averla terminata mi sono accorta che Qui avrei potuto consultare la spiegazione, che invece mi sono creata da sola guardando l'immagine ...davvero semplice e....colorata!!! Tutte misurano 75x75 cm 

 Ho sferruzzato  un altro plaid,  il plaid arlecchino secondo  per una persona speciale, , l'ho sferruzzato  in particolari giorni di dispiacere ...è stato davvero un lavoro scarica tensione ...
Ma ahimè, come spesso o  quasi sempre succede  quando si vuole fare bella figura, qualcosa accade: infatti mentre lo stiravo con il vapore troppo forte del ferro, un quadro, quello rosa, si è sbrillentato  un po'! Avevo già  cucito e fatto il bordo, per cui ripararlo o sostituirlo....era complicato ...Pazienza!!!
In tempo record ho sferruzzato anche un altro gilet. Venerdì sera  per telefono  mia figlia  mi chiede: mamma mi faresti un gilet per un bimbo di sette mesi così che quando domenica pomeriggio risalgo a Parma  me lo porto perché  lo voglio regalare ad una mia amica che ha un bambino bellissimo?
E la mamma con piacere rovista tra le sue scorte di lana e con un gomitolo color grigio-azzurro come il cielo   e un altro giallo come le foglie  dell'autunno ..inizia subito ....Ormai i gilét per bimbi  li ho imparati a memoria e non mi costituiscono problemi!!!
Intanto continua il tran tran lento del mio autunno: quest'anno poche mele, pochi melograni e poche noci ....quanto mi piace raccoglierle !!! 
E' arrivato anche il tempo di rinnovare la ghirlanda appesa perennemente al pomello del portone ...
perché in autunno come per preparami per l'inverno... dò una bella sistemata agli arbusti del giardino....in particolare quelli che mi tolgono la luce ...come se avessi più bisogno di luce dentro casa....
è  tempo di sostituire  i gerani e le begonie della stagione  primavera- estate  con i ciclamini. Non ho molta simpatia per questo genere di ciclamino, mi piacciono di più quelli spontanei che crescono nel sottobosco ...però sono gli unici fiori che resistono e che mi regalano una fioritura fino a primavera inoltrata....  
Anche l'orto si ripulisce dagli ortaggi estivi  per dare spazio a finocchi, verze...cavolfiori...
e le rose che sono lungo il recinto sembrano quasi più belle ora che a maggio....

...ma l'avete vista quella puntata della trasmissione" Report " dove si parlava della composizione dei filtri delle tisane ? Io che amavo tanto le tisane, da quel momento non le ho fatte più e rimpiango il tempo che mia suocera mi dava i mazzetti di camomilla del suo orto, anche se ricordo, neanche le gradivo molto... Perché, se una determinata cosa fa male, la fanno e continuano a farla !!!???
Il 2 novembre, come ormai da diversi anni, lo trascorro in pellegrinaggio a Vallepietra un piccolo paesino, come un presepe , a valle dei monti Simbruini ...E' il giorno, questo, di chiusura del santuario della SS Trinità, un santuario sperduto tra i monti. Con queste vedute e questi colori autunnali  cerco di scorgere l'Immenso !!!
E poi con i funghi dell'autunno,  i galletti che un amico ha cercato e mi ha regalato, 
 ho preparato il sugo per una polentata, la prima della stagione, così come faceva mia nonna con questi che erano i suoi funghi preferiti,  La polenta non è nella nostra tradizione però è sempre una festa prepararla ...
il pranzo fumante  della domenica per tutti......


14 commenti:

  1. Ogni scatto è una meraviglia, immagini bellissime, piene di vita!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia Franca, questo post ha il sapore e la bellezza dell'autunno! Adoro le copertine ed il gilet! Sai che nel giro di pochi giorni ho ricevuto ben due vasi di ciclamini? Uno fucsia, dalla mia mamma, ed uno rosa, da mio marito. Sono stupendi, mettono tanta allegria! Ti abbraccio sgranocchiando anch'io le noci del nostro albero :)

    RispondiElimina
  3. come sempre mi perdo nei tuoi racconti, nei tuoi lavori a maglia, nelle tue fotografie, nelle tue ricette...nella tua vita!
    Mi ci perdo con gioia e non sai con quanta impazienza attendo i tuoi scritti.
    un grande abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
  4. Guardando le immagini dell'orto, della tua casa, delle mele e noci... della teiera fumante mi hai fatto ripensare ad un cartone animato che guardavo da ragazzina: Anna dai capelli rossi, le tue immagini mi ricordano molto quei paesaggi... che bello!!
    Molto belli anche tutti i tuoi lavori, sicuramente come ben dici, qualche bebè a cui regalarle nascerà sicuramente! Quella puntata di Report l'ho vista anch'io... mia sorella dice che non lo guarda perché le mette molta ansia, ma io credo che sapere sia sempre meglio, anche se difendersi sembra quasi impossibile...
    Ti auguro una buona settimana... a presto

    RispondiElimina
  5. ...ecco ora mi hai fatto venire voglia di sferruzzare e.... che bella pace a casa tua :-) mi ha rasserenato.
    Buona serata
    Francesca

    RispondiElimina
  6. Quante cose belle in questo tuo post !

    Le copertine che sono splendide,
    il gilet che già sai quanto mi piacciono ma non ho nessuno che se li metta quindi non ne sferruzzo mai,
    il tavolo della colazione ( non voglio neanche saperlo cosa han detto sulle tisane perchè credo che continuerò a berle così come continuerò a non guardare certe trasmissioni "terroriste" )
    e il tavolo del pranzo domenicale che è davvero invitante !
    E poi la tua casa che è bellissima
    e i ciclamini ( che io raccoglievo in svizzera con la mia nonna ed erano piccoli piccoli e profumatissimi che quel profumo lì poi non l'ho mai più ritrovato )
    e anche le noci, di cui vado matta, soprattutto col pane ma non ne posso mai mangiare quante ne vorrei perchè poi mi rimorde la coscienza.

    Insomma in questo tuo post io mi sento proprio a casa, e me lo guardo e me lo riguardo che mette di buon umore.

    Spero che quel tuo dipiacere sia andato via insieme alla coperta, così che tu possa goderti appieno questo bell'autunno.

    Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  7. Franca Rita vengo qui e riempio il cuore di bellezza infinita! GRAZIE
    Quanto sei brava a sferruzzare...vorrei esserne capace anche io, ma credo di non avere pazienza, e peggio, di non saperlo fare....mi sa che dovrò mutare atteggiamento e riprovarci.....sciarpe riesco a farle, con qualche intoppo qua e là =)
    Bellissime le tue foto...il pranzo fumante parla da solo....un momento di tepore familiare unico!
    A presto

    RispondiElimina
  8. Ciao Franca Rita, le tue copertine all'uncinetto sono meravigliose. Anche a me capita
    spesso di scaricare le tensioni facendo lavori manuali. è un bel modo di... creare qualcosa di utile per noi e per gli altri.Come sempre fantastico reportage.

    RispondiElimina
  9. Ciao FrancaRita, che foto stupende!!
    Le tue copertine sono bellissime e saranno un regalo molto gradito, un abbraccio e buona domenica.
    Carmen

    RispondiElimina
  10. Ciao carissima che bello entrare nel tuo blog nella tua casa nella tua quotidianità...sarai raccontare le cose semplici le cose vere con tanto amore...e io leggo e rileggo i post...hai le mani d'oro tutto quelo che hai sferruzzate egregiamente è bellissimo!!I colori dell'autunno al Santuario il tuo orto...quasi simile a mio...che non ne vuole sapere di asciugare...poco di tutto quest'anno niente olive ne funghi ne castagne...o meglio molto poche!!Devi rovare a fare il risotto con quei funghi che noi in dialetto chiamiamo "Galletti"é buonissimo!!
    Grazie per le tue parole sul mio blo è un momento difficile per noi siamo ancora ne limbo non abbiamo ancora tutto chiaro e mamma per adesso meno sa meglio è..prega er lei te ne sarei grata!!Un grosso bacio...dal cuore!

    RispondiElimina
  11. Leggerti è come sedersi con un'amica che non ti vede da un po' e ti dice...Adesso ti racconto cosa è successo...
    Spero che i giorni di dispiacere si siano allontanati...un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  12. Ciao Franca Rita, passo per augurarti una buona domenica e per ringraziarti della tua presenza e dei tuoi commenti... Non farci aspettare troppo con il tuo prossimo post:):) A presto

    RispondiElimina
  13. Uuhmmm mi sembra di sentire l'odore di quel bel piatto di polenta! bellissime le copertine ed il gilet! bravissima come sempre!

    RispondiElimina